AQUILEIA

PATRIMONIO DELL'UMANITÀ

venerdì 17 settembre 2021

Chiesa delle Vergini (non visitabile)

Chiesa delle Vergini ad Aquileia. Foto di © Gianluca Baronchelli
Il piccolo edificio attuale a pianta rettangolare, costruito da privati nel 1833, sorge nei pressi del fiume Natissa, nel punto in cui il corso d’acqua descrive un’ampia ansa. L’edificio insiste su una chiesa più antica, probabilmente risalente al XV secolo, a sua volta eretta su una struttura di età romana.
Il nome “Chiesa delle vergini” ricorda l’episodio del martirio di quattro vergini, Tecla, Erasma, Eufemia e Dorotea. Secondo il racconto delle leggende medievali, si trattava di quattro fanciulle di Aquileia, battezzate sulle sponde del Natissa dal primo vescovo, Sant’Ermacora, uccise per essersi rifiutate di rinunciare alla nuova fede. 
Sulla veridicità dell’episodio e sulle origini aquileiesi delle quattro vergini non vi sono tuttavia documenti convincenti. È invece possibile che Tecla sia da identificare con la discepola di San Paolo; Eufemia con la nota martire di Calcedonia; Dorotea con l’omonima santa di Cesarea di Cappadocia.

Info

Indirizzo: Località Durida, Aquileia (UD)